» Borsa e Immobili » Blog » Ricchezza » Come è Diventato Ricco Stefano Ricucci?

Come è Diventato Ricco Stefano Ricucci?

Stefano Ricucci è stato per molti anni al centro della vita finanziaria ed economica dell'Italia, simbolo stesso di una nuova stagione imprenditoriale. Dai primi affari a Zagarolo fino alla famosa scalata in RCS una domanda ha sempre accompagnato la sua carriera: come è diventato ricco Stefano Ricucci?

Nasce a Zagarolo nel 1961, padre conducente di autobus e madre casalinga. Il giovane Stefano studia odontoiatria e si diploma presso l'Istituto Odontotecnico Eastman di Roma. Inizia il tirocinio presso lo studio Perrone, però, la sua carriera di dentista si interrompe subito: ha qualche guaio con la legge, alcune incomprensioni con i soci, ma sopratutto dimostra una precoce abilità negli affari.

La sua carriera imprenditoriale iniziò nel 1982 quando a ventun'anni la madre gli regalò un piccolo lotto di terreno a Zagarolo. Qui fece costruire un piccolo centro commerciale, rivenduto due anni più tardi per 186 milioni di lire. Un grande colpo per il giovane Stefano, un affare dal quale prenderà piede la sua rapida carriera immobiliare.

La sua tecnica è molto semplice: chiedere dei fidi a banche di fiducia, acquistare terreni di basso valore e rivenderli alcuni anni dopo a prezzi raddoppiati. Una strategia lineare e dal successo assicurato. Grazie agli agganci con Banca Agricola Mantovana e Banca Nazionale dell'Agricoltura riuscì ad ottenere fidi per l'acquisizione di terreni a San Cesareo, Zagarolo e altre zone di Roma. Operazioni che gli permisero di incassare quasi 6 miliardi di lire.

Un successo che lo gettò immediatamente nel gota della finanza italiana. Anche l'ingresso in borsa fu col botto. Fondò una società finanziaria, la Magiste, con la quale iniziò a realizzare alcune operazioni di trading. Sempre grazie ai fidi delle sue banche di fiducia riuscì ad investire in alcune importanti operazioni come quella in Olivetti ( 508% ) e, soprattutto, in Tecnost ( 746% ). Un affare dalla quale ricavò 20 miliardi di lire.

Il successo in Borsa gli permise di stringere amicizie e conoscenze molto importanti, come quella con il presidente della Banca d'Italia Antonio Fazio, con il top manager Massimo Bianconi e con i banchieri Riccardo Gnutti e Giampiero Fiorani. Grazie ai nuovi agganci, vendette immobili per 240 milioni di euro alla Lil di Gnutti e per 100 milioni di euro a Generali Immobiliare. Sempre grazie a Gnutti entrò nella Hopa, finanziaria che nel 1999 riuscì a ottenere il controllo di Telecom. Nel 2000 Stefano Ricucci fu nominato membro del Cda di Telecom Italia.

I primi anni del 2000 furono molto proficui per Stefano Ricucci: frequentò le star della tv, si fidanzò con Anna Falchi e iniziò ad imbastire le operazioni che, poi, diverranno famose come "la scalata Telecom" e "la scalata Mediobanca". Manovre di rastrellamento in borsa di azioni singole o piccoli pacchetti, realizzate con l'aiuto di Fiorani e di alcuni nuovi soci come gli immobiliaristi Coppola, Zunino e Statuto. Attività poco chiare che nascondevano importanti intrecci fatti di politica, finanza e denaro.

Nel 2005 il Gip Clementina Forleo aprì le indagini che misero in ginocchio le attività di Ricucci: venne accusato di aggiotaggio e bancarotta fraudolenta; venne interdetto dalla Borsa e venne dichiarata fallita la società Magiste. Nel 2007 al termine delle indagini venne arrestato e condannato a risarcire all'Erario 1 miliardo di euro circa e a scontare tre anni di carcere.

I guai giudiziari segneranno definitivamente la sua carriera: divorzia dalla moglie Anna Falchi, perde le sue società e molte delle amicizie importanti. Proprio per le gravi condanne che lo hanno visto coinvolto, Stefano Ricucci non gode di stima e non verrà mai ricordato come un esempio imprenditoriale da seguire. Oggi ha ripreso a realizzare affari immobiliari ricostruendo dal principio la sua vecchia società.

Quanto è ricco Stefano Ricucci?

Stefano Ricucci è arrivato a possedere un patrimonio di circa 2 miliardi di dollari.

Se vuoi approfondire questi argomenti e imparare come guadagnare partendo da zero, ti consiglio di scaricare l'Ebook Si Può Diventare Ricchi Partendo da Zero?. Compila ora il box sottostante per scaricare gratis l'Ebook completo.






Scarica l'Ebook Gratis:
Si Può Diventare Ricchi Partendo da Zero?
L'Ebook che ti insegna:
  • Come pensare per diventare milionari: perchè se pensi come la classe media o la classe povera non riuscirai mai a creare ricchezza.
  • Quali sono i principi della ricchezza e come applicarli per generare denaro senza avere denaro.
  • Come seguire già da subito un percorso replicabile per generare denaro e ricchezza partendo da zero, anche se in questo momento non hai soldi o competenze.
» Inserisci la tua Email per accedere e scaricare l'Ebook, è Gratis:




Condividi su Facebook, Google+ e Twitter
Be Social, Condividi :-)




L'Autore: Marco De Carlo
Trader, imprenditore, investitore, formatore. Fondatore di Borsa e Immobili, è autore di diversi videocorsi e libri. Puoi seguirlo su Google+ o su Facebook.



Leggi anche:

 
 



Piaciuto l'Articolo?
Lascia un Commento :-)

 
   


Tag dell'Articolo:




Segui il Blog sui Feed Rss:


Clicca sul relativo pulsante per condividere questo articolo sul tuo Social preferito
"Diventare ricchi partendo da zero è possibile. L'80% dei ricchi sulla Terra lo sono di prima generazione: questo dimostra che non servono necessariamente dei soldi per fare altri soldi. Al giorno d'oggi infatti con la leva finanziaria e con una buona formazione è possibile migliorare enormemente la propria condizione economica, qualunque essa sia. Borsa e Immobili ti fornisce gli strumenti pratici e le esperienze sul campo per aiutarti a raggiungere la libertà finanziaria partendo da zero."
 
Diventa Ricco Partendo da Zero - Corsi di Formazione Finanziaria
© 2016 Borsa e Immobili - P.Iva: 03461780920 - Contattaci - Disclaimer & Privacy - Jobs